sabato 5 gennaio 2008

IL NUOVO ROMANZO



Grasselli presenterà il suo nuovo romanzo il 18 marzo 2008 alla discoteca Hollywood di Milano e sarà ospite di Maurizio Costanzo alla trasmissione Stella il 13 marzo 2008.
L'autore incontrerà i lettori martedì 1 aprile (dalle ore 19)in un aperitivo con l'autore organizzato in collaborazione con la community www.myflat.it al Coco Piazza delle Coppelle a Roma. MyFlat è una community privata di giovani professionisti che ha l'obiettivo di promuovere e far conoscere gli eventi culturali e mondani di Roma.
Venerdì 11 aprile inoltre lo scrittore presenterà il nuovo romanzo nella discoteca Art Café di Roma a partire dalle 21,30.

7 commenti:

fabio ha detto...

Ma il romanzo si trova già nelle librerie?

Pier Francesco ha detto...

ciao Fabio... il romanzo esce entro la fine di gennaio...

Anonimo ha detto...

Ciao Pier Francesco,

ti scrivo perché ho letto i tuoi libri e volevo lasciarti anche la mia opinione.
Premessa: mi ero imposta di aspettare la fine della sessione d’esami prima di dedicarmi alla lettura dei tuoi romanzi, ma la curiosità ha prevalso…e nell’arco di due settimane li ho letti tutti e tre.
Devo ammettere che l’approccio alle prime pagine de “L’Ultimo Cuba Libre” non è stato facile: non mi aspettavo certo un inizio così “forte”, sia per il linguaggio sia per ciò che racconti. Ma, ben presto, mi sono accorta di esser come ipnotizzata dalla lettura: sfogliavo le pagine con un meccanismo quasi automatico delle dita…e, infatti, in circa quattro ore sono arrivata alla fine. Dire che il libro mi è piaciuto, credo sia scontato. Il giorno seguente ho ordinato “All’inferno ci vado in Porsche” tramite internet e, prima ancora di finirlo, avevo già comprato “Ho scaricato Miss Italia”. Anche questi, letti nel giro di 24 ore.
All’inizio, pensavo che la realtà che racconti nei tuoi romanzi fosse volutamente “esasperata”, per fare arrivare il messaggio “forte e chiaro”: probabilmente perchè la ritenevo così lontana e diversa dalla mia, da non poter essere reale. Poi, però, fermandomi un attimo a riflettere, mi sono tornati alla mente ricordi, visi, situazioni…come flashback di scene che ho visto, ed erano reali. Dunque le tue storie non sono poi così estreme, così esagerate (…e qui potrei aggiungere un “purtroppo”). Probabilmente, anche il fatto che i tuoi romanzi siano ambientati in zone che conosco bene, aiuta a sentirli ancor più realistici, quasi a poterli vedere come fotogrammi proiettati. Inoltre, credo che non possa esserci linguaggio più adatto di quello che hai usato tu, per descrivere quelle vicende: probabilmente, se fossero state infarcite con “abbellimenti stilistici” o commenti personali, non avrebbero avuto lo stesso effetto diretto e, in un certo modo, dirompente. Ovviamente parlo a titolo personale: il mio non è certo il parere di un esperto, ma, semplicemente, l’opinione di una persona che ha apprezzato davvero molto i tuoi romanzi.
L’unico difetto, forse, è che leggendoli tutto d’un fiato…li ho finiti troppo presto, ma questa non è certo colpa dell’autore! Ed ora non mi rimane che aspettare il prossimo libro.

Scusami per essermi dilungata un po’ troppo.

Anna.

Anonimo ha detto...

grande approvo in pieno quello che ha scritto anna... anche io li ho DIVORATI
fabio

Anonimo ha detto...

HO APPENA FINITO DI LEGGERE IL TUO LIBRO.. L'ULTIMO CUBA LIBRE... CHE SPETTACOLO... LA MIA MIGLIORE AMICA (LA TATIANA) MI HA PARLATO TANTO E NON VEDEVO L'ORA DI LEGGERLO... CONSIDERA CHE IO DETESTO LEGGERE MI HA SEMPRE ANNOIATO E IL TUO LIBRO L'HO SBRANATO IN MENO DI 48ORE, NON VEDO L'ORA DI LEGGERE IL SEGUITO... STA SERA LO VADO A PRENDERE UFFICIALE!!!
ANCORA COMPLIMENTI
KISS
SILVIA - (MODENA)

luca ha detto...

Ciao!
Ieri pomeriggio ho preso il tuo libro (e l’ho fatto prendere anche a tanti altri miei amici!) e… beh l’ho già finito, come anche per gli altri me lo sono divorato in un’unica giornata. Che dire, complimenti davvero! Hai sempre la capacità di tenere incollato il lettore! Come sempre gran finale con l’omicidio e la rivalsa sulle case editrici che spesso purtroppo non cagano neanche di striscio gli autori esordienti. Molto bello anche perché riesci sempre ad appassionare con colpi di scena e la descrizione così precisa e lucida delle problematiche giovanili. Insomma non mi metto a fare il critico letterario, ma riesci sempre a centrare l’argomento.
Tutto questo per dirti che sei stato ancora una volta davvero bravo!
A questo punto aspetto impaziente future presentazioni!

Ciao, Luca

Laura ha detto...

Ciao....eccomi qui di nuovo....ho terminato di leggere "Ho scaricato Miss Italia".....anche questo mi è piaciuto....tantissimo......il protagonista del libro...Leo, appunto, è veramente forte....e se tra quelli descritti nel libro è il personaggio che ti rispecchia di più....lasciatelo dire.....sei fortissimo anche tu....
Questo libro mi è piaciuto tantissimo.....come tutti i tuoi libri del resto.....scritto divinamente....che ti prende talmente tanto che, a volte mentre leggi, ti sembra di vederle le immagini.....essendoci poi un unico vero protagonista che racconta, ed in certi punti comunica direttamente con noi lettori, mi ha preso ancora di più.....e la sua mitica frase poi...."...e tutte quelle balle lì..."!!!!!
A proposito...ti piacciono proprio i finali drammatici....anche se in questo caso Leo ha saputo sdrammatizzare......
Bene....ora non mi resta che acquistare il libro che mi hai consigliato...."le mille luci di New York".....e poi aspettare l'uscita del tuo prossimo lavoro.....
Non finirò mai di ringraziarti......grazie a te ho scoperto quanto è bello leggere....e tu sei un ragazzo veramente in gamba....con un grande talento......
SEI UN GRANDE!!!!
A presto.....un abbraccio ed un bacione
Laura