lunedì 6 maggio 2019

Dopo dieci anni di lavoro, arriva l'opus magnum di Grasselli



 
Dopo cinque romanzi pubblicati per Mursia e una pausa editoriale di otto lunghi anni Pier Francesco Grasselli lancia sul mercato la sua ultima fatica letteraria.
  E «fatica» è la parola giusta, perché per comporre La Ricerca di Sé stessi l’autore di All’inferno ci vado in Porsche (Mursia 2007) ha cambiato radicalmente stile di vita, si è «chiuso in casa» e ha sgobbato per la bellezza di dieci anni.
  Il Libro primo di quest’opera (in due tomi) e il Libro secondo, illustrati dal bravissimo Riccardo Passoli, sono già disponibili su Amazon. Il Libro terzo (anch’esso in due tomi) sarà sul mercato entro l'estate del 2020.






"Sé stessi" o "Se stessi"? (nota grammaticale dell'autore)

Siccome di tanto in tanto sorgono polemiche riguardo l’accentazione di “Sé stessi”, voglio premettere che io preferisco mettere l'accento, seguendo in questo Serianni e il suo ragionamento: “Perché una parola dovrebbe perdere l'accento solo perché è seguita da un'altra parola?” Nei fatti si può scrivere in tutti e due i modi, ma la Treccani (ultime righe del link sotto) e l 'Accademia della Crusca dicono chiaramente che è più corretto lasciare l'accento.










Secondo il Vedānta, tre strade conducono alla liberazione. Una è la strada della fede e della devozione, il Bhakti Yoga, un’altra è la strada delle buone azioni, il Karma Yoga, la terza è la strada della conoscenza, il Jnana Yoga.

Il protagonista della Ricerca di Sé stessi percorre questa terza via, scoprendo uno per uno i princìpi di cui è costituita quella particolare branca del sapere che viene chiamata «esoterismo», quei princìpi universali da cui traggono origine le religioni e che sono comuni a tutte le correnti di pensiero mistiche e metafisiche dall'alba dei tempi sino a oggi.



La trama

  Francesco non ne può più di sentir parlare di bolidi, di telefoni cellulari o di orologi di marca e vuole «scoprire dov’è finita l'avventura negli anni dei fax e dei fast food». Una notte, mentre guida la sua motocicletta per le strade di Montmartre, vive un’esperienza inspiegabile che lo segna per sempre. È il giro di boa di una vita. Da quel giorno, tutto cambia per lui. Così come Parzival, il cavaliere della Tavola Rotonda che parte alla ricerca del Graal, il ragazzo muove i primi passi sulla strada della Ricerca della Verità. Da Parigi a Budapest, da Medjugorje a Sarajevo, da Stoccolma a Delfi, il giovane protagonista di quest’opera compie un viaggio geografico e spirituale alla scoperta di sé stesso e del significato della vita. Strada facendo, si imbatte in molti maestri e ha l’opportunità di confrontare differenti visioni del mondo – l'occultismo di Boris, la fisica quantistica del giovane scienziato Philippe, il cristianesimo di Padre Juliano, l'astrologia di Elettra – scoprendo, a poco a poco, che le risposte alle «Grandi Domande» sono sempre le stesse dall’alba dei tempi fino a oggi, anche se spesso formulate in maniera diversa.



  Il protagonista della Ricerca di Sé stessi è un ragazzo che sente il bisogno di comprendere il lato spirituale e interiore di sé e dell’esistenza in una società dominata dal materiale e dall’esteriore.
  La Ricerca di Sé stessi è un romanzo di formazione, un’opera «pop», dove accanto a grandi maestri della filosofia, della religione e dell'esoterismo come Rudolf Steiner, René Guénon, Yogananda, Vivekananda e a decine di altri guru e luminari della metafisica (tutti ritratti in modo simpatico dall’illustratore) sono citati maestri inventati e più spassosi come il Maestro Yoda di Guerre Stellari e Gandalf del Signore degli Anelli.
  Nella Ricerca di Sé stessi si parla, fra le altre cose, di fisiognomica e di medicina psicosomatica, dei sogni considerati come viaggi in realtà parallele, della realtà considerata come creazione della mente e delle sincronicità, dell’anima (una "costellazione" di archetipi o funzioni) e del fatto essenziale che trovare sé stessi significa individuare ed esprimere gli archetipi o funzioni che sono alla base dell’esistenza di ciascuno; si parla del karma e della meditazione, dell'astrologia e così via.


Il premio Books for Peace

Sabato 14 settembre 2019, presso la Regione Lazio (Sala Tirreno) a Roma, si è svolta la cerimonia di premiazione dell’edizione 2019 del Premio Books for Peace. Lo scrittore ha ricevuto lo “Special Award for Culture” per i suoi numerosi romanzi sul tema dei giovani e dei loro problemi e, soprattutto, per “La Ricerca di Sé stessi”, l’opera illustrata, frutto di un lavoro decennale, in cui l’autore reggiano ha affrontato il tema del disorientamento dei giovani e della necessità di una ricerca interiore e spirituale in un mondo ormai dominato dall’esteriorità e dalla superficialità, dove le persone sono in crisi perché prive di punti di riferimento, mostrando peraltro la sostanziale identità dei principi universali sui cui si fonda ogni religione e corrente di pensiero metafisica e spiegando in modo chiaro e approfondito quei principi. Clicca qui!

Il racconto di un viaggio straordinario, con la splendida colonna sonora di Carlo Baja Guarienti:




Chi sono?

Sono l'autore della trilogia «maledetta» composta dai romanzi L’ultimo Cuba Libre (Mursia, 2006), All’inferno ci vado in Porsche (Mursia, 2007) e Vivere da morire (Mursia 2010), dei romanzi Ho scaricato Miss Italia (Mursia, 2008), Fanculo amore (Mursia 2009) e "Tromba Daria" (Amazon), e della raccolta di poesie "Sempre meglio che lavorare - Donne, solitudini e cocktail (Poesie 1998-2018)", recentemente uscita per i tipi della casa editrice reggiana thedotcompany.


  
































Il Libro terzo

Il Libro terzo ha come tema principale il life-change. Il primo tomo, ambientato a Roma, descrive il radicale cambiamento di vita del protagonista, che dopo la fase della mondanità e dell’estroversione attraversa una fase di isolamento e introversione. Il secondo tomo è ambientato lungo il famoso Cammino di Santiago, il percorso di ottocento chilometri che da secoli pellegrini di tutto il mondo compiono alla volta di Santiago de Compostela, la città in cui riposano le reliquie dell’apostolo Giacomo. Nel corso di questa avventura, il protagonista della «Ricerca di Sé stessi» avrà modo di fare incontri interessanti e illuminanti, di imparare molto su sé stesso e sugli altri.










... e non dimentichiamo la raccolta di poesie pubblicata dall'editore reggiano thedotcompany!

Acquistala a questo link:





Nessun commento: